La tappezzeria del corpo umano La nostra rete fasciale

Di Suzanne Faith Slocum-Gori, PhD,

Scuola di Yoga Bindu per Insegnanti Anusara® certificata

 

Continuo ad avere il massimo timore di come il corpo umano e il cuore interiore operano insieme. Con un'infrastruttura di 206 ossa, il sistema muscolo-scheletrico è un modello integrato di stabilità e movimento. Il nostro cuore interiore non è altro che un riflesso della nostra consapevolezza personale e coscienza collettiva. Affinché la nostra forma umana funzioni in modo ottimale, richiede una bella matrice e rete di reti facciali e recettori che integrano il cervello e il sistema nervoso.

Recentemente sono state condotte molte ricerche sul ruolo della fascia nella salute generale del corpo umano. Negli anni precedenti, la fascia era considerata nient'altro che un "riempitivo" dentro di noi. Ma in realtà, la fascia è un tessuto intrecciato di connettività che tiene insieme tutte le nostre molte parti. Il nostro sistema fasciale incorpora tutti gli strati di tessuti molli e connettivi, compresi tutti i nostri legamenti e tendini (Grilley, 2002). È letteralmente ovunque dentro di te. Intreccia tutti i muscoli, le ossa, gli organi, i nervi, il midollo spinale, il cuore, i polmoni, il cervello e i vasi sanguigni in una rete che coltiva una squisita unità.

La fascia è composta da terminazioni nervose sensoriali che dialogano continuamente con il cervello su dove si trova il corpo nello spazio. Questa "lente interna" è chiamata propriocezione. Questa visione interiore ci fornisce la capacità di muoverci in modo razionale e controllato. Più forte è la tua propriocezione, più efficaci diventeranno i nostri movimenti e il nostro sistema nervoso.

Secondo Tom Myers (2011), questa rete di tessuto connettivo non è solo significativa per la nostra forma fisica, ma anche per il nostro sistema neurologico, chimica del cervello, pensieri ed emozioni. La fascia è più di una semplice rete connettiva ma regola anche, allo stesso modo in cui operano i sistemi circolatorio e nervoso, trasportando informazioni, impulsi e messaggi in tutto il corpo. La fascia funge da intricata rete di comunicazione tra tutti i sistemi e gli organi all'interno del corpo. L'interdipendenza della matrice fasciale significa che i movimenti del nostro corpo non possono essere separati. Quando un'area del nostro corpo è influenzata negativamente (da una cattiva postura, lesioni, stress emotivo o fisico), viene influenzata l'intera griglia, che può innescare il cervello nel rilascio di ormoni che inducono stress, cambiando la nostra chimica interna e influenzando il nostro stato emotivo.

Come delineano le antiche scritture yoga, sappiamo che il corpo pranico è un'infrastruttura costituita da una rete di canali energetici denominati nadi o meridiani. Queste nadi risiedono all'interno e in tutto l'arazzo fasciale. È fondamentale che questi percorsi di energia vitale rimangano aperti e resistenti. Quando il prana scorre liberamente, anche il sangue e i sistemi linfatici (supportano l'immunità e gli organi). Più specificamente correlato al cuore interiore, anche la nostra consapevolezza inizia a fluire più liberamente ed espandersi.

Le Asana (posture fisiche) possono liberare i percorsi meridiani, consentendo al prana di muoversi organicamente attraverso i tessuti connettivi, le articolazioni, i legamenti, i tendini e il sistema scheletrico che potrebbero essersi irrigiditi a causa di lesioni, cattive abitudini posturali, stress ripetitivo o traumi emotivi. Inoltre, gli esercizi di respirazione yogica (Pranayama) hanno anche una massiccia interconnessione con la salubrità della rete fasciale e dei meridiani. Esistono varie tecniche di respirazione che hanno una moltitudine di effetti in tutto il nostro corpo, comprese le onde cerebrali e il sistema nervoso. In qualità di insegnanti Anusara in particolare, uno dei nostri obiettivi principali è invitare gli studenti a sperimentare ed esprimere i loro cuori attraverso le pratiche yoga. È attraverso lo studio dell'Anusara Yoga che ho coltivato la passione per il modo in cui il corpo fisico e quello sottile sono collegati insieme. Anusara Yoga è un approccio completo alla comprensione dell'integrità del corpo umano e include applicazioni altamente raffinate di metodi di insegnamento. L'Anusara Yoga coltiva una potente connessione con la Divinità Universale dentro ognuno di noi e celebra i nostri potenziali unici. Ciò si ottiene ad Anusara oltre la scienza delle asana. Sappiamo dal nostro lignaggio che la forma fisica ha un impatto drammatico sul corpo interiore e viceversa. Il nostro obiettivo è allineare gli studenti con il loro progetto energetico ottimale.

I Principi Universali di Allineamento, i Punti Focali, le Spirali e gli Anelli costruiscono insieme un arazzo di canali di energia intrecciati che collegano i nostri corpi fisici e sottili. Sappiamo che la coscienza è una pulsazione di energia, all'interno della nostra essenza umana ma anche tutto intorno a noi nelle manifestazioni fisiche. Questo battito ritmico viene spesso definito Spanda, il battito di batteria universale di ParamSiva. Possiamo anche considerare Spanda come le due Energie primarie: Energia Muscolare (in movimento verso l'interno, contrazione) e Energia Organica (in movimento verso l'esterno, espansiva).

L'essenza di queste due energie è Prana, che troviamo nel nostro movimento, respiro, consapevolezza e Cuore Universale.

Come umani siamo fatti di guaine intrecciate che ci permettono di spostarci dal regno fisico nel mondo interiore, sempre più vicino alla luce della consapevolezza. In Anusara il nostro obiettivo è usare l'allineamento della forma esterna del corpo fisico per espandere il nostro corpo interno e muoverci attraverso le guaine. Vogliamo invitare gli studenti a provare una varietà di sensazioni a livello mente-cuore, tra cui coraggio, giocosità, fermezza, devozione e integrità. Il nostro scopo come insegnanti di Anusara è di invocare l'esperienza di ogni guaina. La rete fasciale di connettività fornisce un percorso per connettere tutti i nostri livelli.

Più noi, come insegnanti Anusara, miglioriamo le nostre capacità e la comprensione dell'anatomia, della propriocezione, del sistema fasciale e dell'architettura del corpo sottile, più raffinata diventa la nostra abilità di studente e insegnamento. Inoltre, cosa ancora più importante, significa che più possiamo invitare i nostri studenti a celebrare e accogliere la loro integrità e unicità.

 

Bibliografia

Myers, T. (2011), Anatomy Trains, Urban & Fischer, Londra.

Grilley, P., (2002), Yin Yoga, White Cloud Press.